Ecomuseo Casa della batana

Galleria fotografica

 

È stato fondato nel 2004 con il patrocinio della Città di Rovigno ed è dedicato alla tradizionale barca di legno batàna e alla memoria della comunità rovignese che l’ha eletta proprio simbolo. La batàna rispecchia la continuità del patrimonio marittimo e la vita quotidiana della popolazione locale. Basato sui principi della conoscenza, del dialogo culturale, dell’interdisciplinarietà e della multimedialità, l’Ecomuseo valorizza il patrimonio storico rovignese e rafforza l’identità e le specificità di Rovigno, inteso come luogo nel quale è piacevole vivere e come destinazione turistica unica. È il punto centrale d’interpretazione e documentazione (con mostra permanente) dell’Ecomuseo. La “Casa della batàna” comprende l’ingresso con il negozio di souvenir, tre ambienti espositivi dedicati alla batàna e uno spazio polivalente al primo piano. Oltre il 90 per cento degli oggetti esposti sono stati donati dagli abitanti.

La mostra ha carattere multimediale: i succinti testi sono completati da diversi contenuti audio e visivi. Le nuove tecnologie sono state impiegate in modo singolare per documentare l’arte di costruire le barche. Il risultato è la proiezione d’immagini dalle quali si può seguire il processo di costruzione di una nuova batàna e riparazione della più vecchia batana. Usando i sistemi interattivi, si può scegliere il livello d’informazione desiderato, seguire i discorsi in dialetto rovignese dei protagonisti della mostra ascoltando in Casa della batana sottofondo i tipici canti locali, le bitinàde. In estate la piccola piazza davanti alla Casa della batàna diventa il luogo nel quale si celebra il patrimonio immateriale locale, cioè si costruiscono e riparano batàne come attrattiva turistico - culturale. L’avvenimento è arricchito da vari programmi durante i quali, ogni mercoledì e domenica, oltre alla costruzione delle barche, vengono offerti ai visitatori concerti di musica tradizionale rovignese e specialità gastronomiche locali. È interessante soprattutto il varo alla maniera tradizionale, direttamente dal Molo piccolo, delle batàne riparate o costruite ex novo.

L’arte di costruzione delle batàne è stata iscritta nel Registro dei beni culturali immateriali sotto tutela in Croazia, mentre l’Ecomuseo “Casa della battana” di Rovigno è stato annoverato dall’UNESCO tra le migliori pratiche di tutela del patrimonio immateriale mondiale.